Consulenza tecnica


Elevata resistenza alla corrosione

Nuova passivazione al cromo III, con nano particelle di silicio (LANTHANE TR 175), che consente di raggiungere un alto livello di resistenza alla corrosione.
Dopo un “TEST di corrosione accelerata” (850 ore in bagno di nebbia salina neutra) possiamo riscontrare l’assenza di focolai rossi di corrosione.

Certificato MPA

Nuovo impianto

La RIVESTCOR punta alla crescita qualitativa nel settore dei trattamenti superficiali anticorrosivi dei metalli, nella fattispecie zincatura elettrolitica e fosfatazione al manganese.
Il nostro NUOVO IMPIANTO ci consentirà di soddisfare la crescente domanda di trattamenti superficiali, sia per il trattamento di singoli pezzi (su rastrelliere) che di pezzi di grossa dimensione, grazie alla capacità delle 32 vasche disponibili ( Lunghezza 6.000 mm e Profondità 2.000 mm ).
La RIVESTCOR può realizzare trattamenti di zincatura elettrolitica e fosfatazione su manufatti di matrice essenzialmente ferrosa.
Un settore tecnico altamente specializzato, dove si è rilevata, in particolare in Trentino Alto Adige, una forte concentrazione di aziende leader nel settore della costruzione di impianti di risalita che richiedono il trattamento superficiale di zincatura elettrolitica, necessario ad evitare la corrosione e ridurre le operazioni di manutenzione.
Infatti il nuovo impianto è stato studiato con tecnologia di ultimissima generazione sia per quanto concerne la capacità produttiva che la qualità del processo di trattamento.
Un altro settore di particolare interesse e con un campo di impiego molto diffuso per la zincatura gialla elettrolitica e la fosfatazione al manganese è quello delle macchina movimento terra.

Nuovo impianto di zincatura a rotobarile o buratto

Al fine di coprire la vasta gamma di richieste RIVESTCOR ha installato un nuovo impianto per la zincatura della minuteria meccanica: bulloni, viti, perni e carpenteria di vario tipo.
L’impianto consente di ridurre notevolmente i tempi preparazione e di zincatura.
I buratti sono realizzati in PVDF caricato vetro, che consente di ridurre i microurti dovuti alla rotazione.
Il ciclo di zincatura viene svolto secondo le norme UNI ISO 2081/89.
Dopo la zincatura viene effettuato un ciclo di deidrogenazione per evitare la fragilità dei pezzi dovuta all’idrogeno.
RIVESTCOR esamina e stabilisce un processo di lavoro personalizzato in base al prodotto ed alle esigenze del Cliente e rilascia una certificazione per lo spessore di zinco distribuito sul prodotto.

Consulenza Tecnica

Le capacità delle nuove risorse umane e nella fattispecie la collaborazione con A. Laidani (Dottorato di ricerca in chimica applicata, specializzazione corrosione, dell’Università Pierre et Marie Curie di Parigi (Paris VI) con trentennale esperienza nel settore specifico), che ha messo a disposizione la Sua consolidata esperienza nel settore, ci consentono di fornire una consulenza che va oltre al semplice trattamento superficiale.
Ogni pezzo trattato ha un ciclo di lavoro personalizzato ed ottimizzato, al fine di ottenere il massimo in termini di qualità del trattamento ed il minimo in termini di costi.
La resistenza dei trattamenti superficiali, non è dovuta semplicemente allo spessore del rivestimento, anzi potrebbe addirittura essere uno svantaggio, ma bensì all’efficace decapaggio ed alle specifiche dei bagni a cui il pezzo viene sottoposto.
Ogni pezzo ed ogni composizione metallica ha le sue prerogative e l’efficacia del trattamento nel tempo è subordinata alla scelte effettuate in sede di lavorazione.

Laboratorio analisi

Le consolidate capacità dei nostri tecnici sono coadiuvate e supportate da efficienti apparecchiature di analisi e da un laboratorio interno adeguatamente attrezzato.
L’impianto per il recupero e la rigenerazione dei fluidi vettore e delle miscele, per una perfetta elettrolisi, sono di altissima potenza ed affidabilità, in grado di consentire tempi di produzione rapidi ed una tutela ambientale adeguata alle più recenti normative sulla riduzione degli elementi inquinanti.